Cotechino vestito di vitello

INGREDIENTI

1 Cotechino Marchisio
alcune fettine di vitello tagliato sottile come per preparare del carpaccio, abbastanza per avvolgere il cotechino
1 cipolla bionda
1 o 2 cucchiaini di granella di nocciole
sale, pepe, brodo granulare, olio extravergine d’oliva, rum q.b.
spago per uso alimentare

PROCEDIMENTO

  1. Sbollentare per 10 minuti 15 minuti il cotechino Marchisio in acqua, sforacchiandolo appena con la forchetta per far fuoriuscire un po’ di grasso
  2. Adagiare alcune fettine di vitello sul tagliere, sovrapponendole leggermente.
  3. Spellare il cotechino Marchisio con un coltellino molto affilato, in modo da non rovinare la forma o romperlo.
  4. Posizionarlo sulle fettine di vitello, avvolgendovelo dentro, e aggiungere qua e là altre fettine dove vi pare che ce ne sia bisogno: premendo con le mani, la carne aderirà perfettamente.
  5. Legare delicatamente (non serve stringere molto) l’involto di carne e cotechino, in modo che girandolo per rosolarlo non si disfi.
  6. Preparare un leggero soffritto di cipolla e granella di nocciole, aggiungendo del prezzemolo tritato, se piace, e un pochino di polvere di brodo granulare.
  7. Rosolarvi dentro il cotechino vestito, sfumandolo col rum (o con del vino bianco, se volete), e continuare la cottura bagnando col brodo. Volendo si può cuocere il tutto nella pentola a pressione per 13- 15 minuti.
  8. Estrarre il cotechino vestito dalla pentola e appoggiarlo su un piatto, in modo che raffreddi leggermente, poi togliere lo spago ed affettarlo. Se usate un coltello molto affilato (come quello in ceramica, ad esempio), le fette risulteranno perfette come nella foto, e la ‘crosta’ di carne non rischierà di staccarsi.
  9. Disporre le fette in una pirofila, coprire col fondo di cottura e servire bello caldo.

di lamascaincucina

I commenti sono chiusi.